fbpx
sabato, Novembre 28, 2020
Home diario di una tonta

diario di una tonta

diario di una tonta

A tutti i maturandi un grande in bocca al lupo. Scegliete la poesia, fate un favore a voi stessi. Alle volte anche ad una romantica come me serve leggere Giorgio Caproni, poeta del disincanto... come Cenerentola che a mezzanotte...
Il casatiello dolce è una leccornia tipica delle festività pasquali partenopee. La preparazione di questa delizia sta scomparendo a favore della più nota pastiera e onestamente la trovo una ingiustizia. Non solo per via di una tradizione che rischia...
Potrei scrivere qualcosa di parte, molto di parte, ma cercherò di non farlo! Perché suvvia bisogna essere obiettivi anche se il protagonista dell'ultima serie tv Netflix è il tuo attore preferito di sempre. Di chi sto parlando? di Paul...
Come iniziare un articolo del genere... è difficile! Ogni parola sembra non essere abbastanza delicata per descrivere un artista come lui, per me il migliore. Vedo continuamente tanti speciali televisivi che lo riguardano e ogni volta, i suoi contemporanei,...
Esagero se vi dico di avere la pelle d'oca in questo momento? È scontato o addirittura fuori luogo scrivere che un brivido mi attraversa la schiena facendomi vibrare le corde del cuore? Chi segue il mio profilo Instagram saprà...
Oggi a scuola non ci sono andato. In verità non ci vado tutti i giorni anche se sto andando alla prima elementare. Purtroppo a casa abbiamo bisogno di soldi e anche se sono "l'ultimo della cucciolata", come dice mammà,...
Con il “Corriere della Sera“, tempo fa, sono stati pubblicati i “Corti di carta”, racconti inediti firmati da famosi scrittori italiani. Il primo racconto della collana è un corto di Roberto Saviano: “Il contrario della morte“. A differenza dei suoi...
Perché ogni giorno è un nuovo inizio e non solo il giorno di Capodanno! Ogni mattino, quando mi risveglio ancora sotto la cappa del cielo, sento che per me è capodanno. Perciò odio questi capodanni a scadenza fissa che fanno della...
Esiste la felicità? Non lo so, ancora indecisa. Ma so con certezza che esiste la serenità e puoi trovarla nelle piccole azioni quotidiane. Se non vai di fretta riesci ad individuarla. È nascosta lì, dietro l'angolo. Personalmente la trovo ogni volta: di...
Io la lettera a Melania sotto al banco sono riuscita a mettergliela ma non so se l’ha letta. Peppino mi ha detto che l’ha vista mentre la pigliava, ma che poi se l’era nascosta dentro al cestino come una...
Avatar
Giulia Averaimo, classe '84, ama la sua terra. Nata all'ombra del Vesuvio ha sempre dimostrato uno spiccato interesse per la cultura partenopea con accento particolare alla storia dei luoghi, delle tradizioni e studi della lingua napoletana; così è riuscita a conciliare la sua passione e i suoi studi di archeologa con il web scrivendo di tutto e per tutto aiutando la realizzazione di una libera informazione in ambito culturale ed artistico.